Nikola Meeuwsen

Menu

Foto Anne Meyer.

“Il suo corso di pensiero è pura poesia. Sembra fermare il tempo e ha un fenomenale senso del tempo. Con il suo modo di suonare fa intravedere la sua anima.”

Questo si può leggere nel rapporto della giuria del Premio Grachtenfestival sul pianista Nikola Meeuwsen, che ha ricevuto questo premio nell'agosto 2022.

Il Concertgebouw gli ha conferito il Concertgebouw Young Talent Award 2019. 

Il NRC lo ha definito un talento da tenere d'occhio. Nel 2014 ha vinto il Royal Concertgebouw Competition e nel 2012 il Steinway Competition.

Ha suonato diverse volte con la Residentie Orkest. La scorsa stagione ha eseguito la parte solista nel concerto per pianoforte di Clara Schumann.

Il 24 aprile 2020 Avrotros pubblicò il suo CD di debutto con opere di Schumann, Scriabin, Brahms e Bach.



Nikola Meeuwsen (2002) si è esibito sia con la Residentie Orkest che con Orchestra da Camera dei Paesi Bassi nella sala principale del Concertgebouw. Ha tenuto recital solistici a Milano, Bologna, Trieste, Faro e Imola. Ha suonato musica da camera con il Matangi Quartet, il violinista Alexander Kerr e il violista Vladimir Mendelssohn. Ha formato un duo di pianoforti con Igor Roma, Anna Fedorova, Thomas Beijer e Enrico Pace.


Nei festival, Nikola Meeuwsen è un ospite gradito. Ha suonato al Festival Storioni, al Kamermuziekfestival Schiermonnikoog, all'International Chamber Music Festival Ede, al Festival Classique e al nuovo Hague Classical NOW!

Nel 2022 ha suonato al Gwyl Machynlleth Festival in Galles, su invito del pianista e direttore artistico Julius Drake.


Nikola Meeuwsen studia con Marlies van Gent  ed Enrico Pace presso la prestigiosa Accademia Pianistica di Imola e alla Cappella della Regina Elisabetta a Bruxelles (Waterloo) con Frank Braley e Avedis Kouyoumdjian.

Le masterclasses hanno seguito Nikola con Jacques Rouvier, Pavel Gililov, Matti Raekallio, Ruth Nye, Edith Fischer, Jerome Rose e Dominique Merlet.


Horowitz, Schnabel, Sofronitsky, Cziffra, Rubinstein, Lipatti, Sokolov, Pogorelich, Volodos e Gould sono i pianisti che preferisce ascoltare. Dopo aver ascoltato il terzo concerto per pianoforte di Rachmaninov con Vladimir Horowitz, Nikola sapeva di voler diventare un pianista.


Il National Musical Instruments Foundation (NMF) ha prestato a Nikola un bellissimo pianoforte a coda.

Foto Anne Meyer.